Vertebra rotta e Mondiale finito Il pianto di Neymar gela il Brasile

FILM Genere: Gossip
visto:904


FilmVertebra rotta e Mondiale finito Il pianto di Neymar gela il Brasile
Vertebra rotta e Mondiale finito Il pianto di Neymar gela il Brasile
Gossip

TRAMA DEL FILM Vertebra rotta e Mondiale finito Il pianto di Neymar gela il Brasile

Neymar da Silva Santos Júnio, 22 anni, attaccante simbolo della nazionale brasialiana al Mondiale 2014, ha subito la rottura della terza vertebra lombare, nei momenti conclusivi del quarto di finale contro la Colombia, che la sua squadra ha vinto per due reti a una e non giocherà almeno fino all’autunno. Mentre i tifosi lasciavano lo stadio Arena Castelão per riversarsi sulla spiaggia di Iracema e festeggiare la semifinale raggiunta dalla squadra di Scolari contro la Germania, le radio delle automobili e i telefonini via twitter diffondevano le parole del medico della nazionale Rodrigo Lasmar sull’incidente dell’asso del Barcellona: «Neymar salterà la prossima semifinale».  

Scolari, in conferenza stampa a caldo nel dopopartita, conferma che lo scontro con il colombiano Zuniga, che gioca in Serie A nel Napoli, stoppa Neymar di certo, ma si parla forse di una costola incrinata, al massimo fratturata. Mentre i suoi compagni di squadra salgono in pullman e vanno verso il loro hotel, assediato dalle ragazzini in cerca di autografi di Neymar con tanta assiduità che gli altri ospiti non escono e non entrano se non hanno al polso un braccialetto grigio di plastica di riconoscimento, Neymar, zazzera bionda su una barella, viene caricato su un’ambulanza che, con la scorta della polizia, corre all’ospedale. I primi controlli confutano la diagnosi banale, il ginocchio di Zuniga ha colpito –cercando una palla alta- Neymar nella regione lombare procurandogli un trauma fortissimo. Ingessato –anche se c’è discussione sul giusto corsetto da approntare- Neymar sarà bloccato per almeno 40 giorni. Zuniga appare confuso, con un cappelluccio alla rap con le lettere Jcz, e si scusa «Non intendevo certo fargli male», il web in Brasile infuria «A Suarez una squalifica per un morso da nulla a Zuniga nulla per una schiena spezzata».  

 

I tifosi lasciano il lungomare di Iracema, con la sabbia e i cavalloni, e si spostano all’ospedale, in silenzio aspettando notizie dagli infermieri, dai portantini. C’è chi prega, c’è chi piange. La partita è stata intensa e muscolare, il coach Scolari ha compreso che solo prendendo a spinte i colombiani poteva frenare l’estro di Cuadrado, la tecnica di Yepes e la foga di Guarin. Dopo il gol al 7’ di Thiago Silva, su corner di Neymar, grazie anche alla potenza e all’esperienza dell’ex interista Maicon, alla lucidità di David Luiz, che la Fifa considera il miglior giocatore al mondo in questo momento davanti al colombiano Rodriguez 6 gol in Brasile, la Selecao ha fatto molti falli, per spezzare la corsa dei cafeteros. Fino al fallo da rigore –e forse da espulsione- di Julio Cesar, che porta al 2 a 1 –il Brasile aveva raddoppiato la rete di Thiago Silva con un bolide su punizione di David Luiz- partita dura ma non cattiva e –visto e rivisto in moviola- neanche il fallo di Zuniga appare intenzionale. È certo troppo duro e da sanzionare, ma il trauma drammatico non è imputabile al giocatore del Napoli. Neymar cade subito urlando di dolore, mancano poche manciate di secondi alla fine ma chi ha modo di vedere il volto del campione, sdraiato nelle barelle di plastica arancione, non intuisce la serietà dell’infortunio. 

 

Neymar perde tempo, s’è fatto male davvero. E quando il portiere colombiano Ospina va a provare il colpo di testa sull’ultimo corner infruttuoso, lo staff sanitario brasiliano non guarda neppure più la partita. Conta solo Neymar che, piangendo e con una smorfia sul volto, si tormenta la schiena con una mano. Neanche i più pessimisti presumono la frattura della vertebra, che i test in ospedale confermano. 

 

Neymar è il cocco del Brasile in questo Mondiale, il suo volto decora vetrine delle banche e spot contro il razzismo, supermercati e scuole, prime pagine di giornali e siti web. La sua fidanzata Bruna Marquezine, bellissima e popolare star delle telenovelas, una in onda proprio dopo la partita mentre Neymar gridava di dolore in ambulanza, lancia un sexy video con una danza –non esattamente in stile Bolshoi- promettendo “ad ogni gol farò a casa questo balletto erotico per Neymar”. Italiana, con il nome storpiato all’anagrafe, Bruna completa l’immagine da “novio” carino, “enamorado”, di Neymar, la ragazza che tutti sognano, innamorata del ragazzo che tutte bramano. I ragazzi e le ragazze vanno dunque in silenzio all’ospedale, non più cercando una firma come in hotel, o almeno un’occhiata a “NE-Y-MAR” mentre sale sorridendo sul bus, ma un comunicato medico preciso. Ogni notizia che arriva sarà peggiore della precedente: Neymar ha chiuso il suo Mondiale.  

Sulle spiagge di Fortaleza la festa si spegne. Le ragazze passeggiano sulla sabbia, le giovani prostitute povere cercano clienti tra i tifosi attempati, i ristoranti offrono bistecche e birra gelate, tre passanti in maglia della Germania vengono accolti al grido di “Adesso tocca a voi, adesso tocca a voi”. Ma, nonostante i banchetti vendano Capirinhie fino all’alba, malgrado sotto gli ombrelloni si beva la fresca acqua di cocco nelle grandi noci verdi, nessuna ha voglia di fare festa. 





TAGS

Vertebra rotta e Mondiale finito Il pianto di Neymar gela il Brasile



0 commenti

Cinemafilmgratis


Lascia un commento
La redazione si riserva il diritto di rimuovere i commenti inseriti qualora questi vengano ritenuti offensivi,diffamatori,calunniosi e volgari.

Nome*

Commento*  


Voto


Codice di sicurezza da copiare

cytaoLH

 




 



Altri Trailer dei film Gossip consigliati

Guarda il Trailer HD
Vertebra rotta e Mondiale finito Il pianto di Neymar gela il Brasile
Termini e condizioni | Faq | Disclaimer
2012-2013 cinemafilmgratis.it Questo sito offre un semplice servizio di catalogamento. Ogni opera audio visiva elencata in questo sito è inserita in altri siti e quindi non messa da noi. Ogni link ad opere dell’ingegno qui presente è reperibile tramite un qualsiasi motore di ricerca ed inoltre il materiale audio visivo per quanto ci concerne è autorizzato ad essere trasmesso dagli stessi siti che ne mettono a disposizione lo streaming e qualora così non fosse è responsabilità degli stessi siti di streaming cancellare il materiale protetto dalla vigenti norme sul diritto d’autore. Il nostro, in conclusione, è un semplice servizio di catalogamento di link verso materiale audio-visivo che non viola in alcun modo le nostre leggi vigenti. Qualora siate convinti del contrario vi preghiamo di contattarci e di segnalare la legge e gli articoli secondo i quali il nostro non sarebbe un servizio regolare.

 

 2013 - Cinemafilmgratis.it ®  Film streaming online Create By BatSof Solution ®
Tutti i loghi, i marchi, le immagini ed i video contenuti in cinemafilmgratis.it appartengono ai legittimi proprietari.